Emergenza Terremoto Croazia - Aggiornamenti

Da Milano 10mila euro e una raccolta fondi per la popolazione croata colpita dal terremoto.

Gualzetti: «In questo momento difficile per tutti a causa del Covid, non venga meno il nostro sostegno»


Aggiornamenti del 5/01/21
Dopo la violenta scossa di magnitudo 6.2 del 29 dicembre 2020, in Croazia la terra continua a tremare.
L'area interessata dal sisma è di 2000 metri quadrati e finora oltre 5000 abitazioni (solo a Petrinja, epicentro del terremoto) ispezionate da ingegneri sono state dichiarate inagibili.

 
Caritas Croazia sta coordinando i primi soccorsi nelle diocesi di più colpite (Zagabria e Sisak).
 
"Nessuno sarà dimenticato! La Caritas è qui per restare a lungo", ha dichiarato il direttore di Caritas Croazia, mons. Fabijan Svalina, che si trova nella zona colpita dal terremoto fin dal primo giorno.
 
Mons. Svalina è sul posto per organizzare e coordinare la risposta umanitaria di emergenza insieme alla Caritas diocesana di Sisak. Il team e i volontari della Caritas Croazia hanno raggiunto i villaggi più remoti distribuendo coperte, stufe, cibo, acqua.

Più di 200 giovani volontari della Caritas sono stati mobilitati per aiutare la distribuzione di donazioni in natura (cibo, acqua, vestiti, scarpe, attrezzi, materiali da costruzione, riscaldatori) dal magazzino della Caritas Sisak. Il 29 dicembre, circa 20 camion di cibo sono stati distribuiti nei villaggi e nelle città di Petrinja, Glina e Sisak.
La mensa mobile di Caritas Croazia, che ha una capacità di 300 pasti al giorno, sarà trasferita a Glina per garantire ai cittadini e ai villaggi circostanti pasti caldi (ad esempio a Majske Poljane, dove hanno perso la vita 5 persone e dove il 90% delle case sono state completamente demolite).
 
Le Caritas locali hanno subito messo a disposizione tende, lettini e coperte per la prima accoglienza dei terremotati, hanno aperto i propri magazzini e i propri punti di raccolta per ricevere gli aiuti materiali che vengono donati dai cittadini croati, ed hanno iniziato la distribuzione di cibo, acqua, materiale igienico sanitario.
Mons. Svalina ha dichiarato che la necessità più urgente è quella di assicurare alle persone dei villaggi che si occupano del bestiame e dei raccolti di avere dei ripari adeguati.
 
Sabato 2 gennaio 2020, accompagnato da Kristina Radić, direttrice della Caritas diocesana di Sisak, ha visitato i villaggi di Mala Solina, Majske Poljane, Bućica e Strašnik.
Caritas Croazia si concentrerà in un futuro prossimo per trovare moduli abitativi e rifugi temporanei e successivamente e si concentrerà sulla ricostruzione delle case e sulla riattivazione del tessuto sociale.

Comunicato Stampa del 30/12/2020

Caritas Ambrosiana stanzia 10mila euro e lancia una raccolta fondi per le prime necessità dei cittadini croati colpiti ieri dal terremoto. «In questo momento così difficile per tutti a causa della pandemia da Covid 19 non vogliamo far venire meno il nostro sostegno a chi è precipitato in una situazione tanto drammatica», ha sottolineato Luciano Gualzetti, direttore di Caritas Ambrosiana.     

La violenza del sisma di magnitudo 6.2, che ha avuto ieri, 29 dicembre alle 12:19 per epicentro la cittadina di Petrinja, è stata tale che le scosse si sono avvertite in Bosnia e Erzegovina, Serbia, Ungheria, Slovenia, Austria, oltre che in molte regioni italiane. Trenta volte più potente di quello che già a marzo aveva coinvolto la regione, il terremoto di ieri ha provocato danni materiali ed un numero ancora imprecisato di vittime.

«Una grande tragedia ha colpito la nostra comunità. Molti edifici civili e religiosi sono stati danneggiati. Non siamo ancora a conoscenza se ci siano delle vittime ma riceviamo messaggi che ci informano di persone ancora sotto le macerie. Speriamo siano ancora vive, preghiamo per tutti coloro che sono stati colpiti- ha detto il Vescovo di Sisak, mons. Vlado Kosic-. Cerchiamo di restare uniti anche in questa tragedia che ha colpito tutta la Croazia e in particolare la nostra diocesi così come siamo stati uniti in molte altre tragedie che hanno colpito la nostra comunità nel recente passato, come la guerra e la pandemia in corso».

Una conferma della considerevole entità dei danni arriva dalla direttrice della Caritas diocesana di Sisak, Kristina Radic: «Ho fatto un giro di persona per la città di Sisak e la situazione è molto grave».

«In questa prova Dio mostrerà una nuova speranza che diventa evidente in modo particolare nei tempi difficili», ha dichiarato l’arcivescovo di Zagabria, card. Josip Bozanic che ha ordinato lo stanziamento di un aiuto urgente e ha mobilitato la Caritas diocesana della capitale per far giungere i soccorsi nei territori più colpiti.

Oggi, nell’udienza generale, anche papa Francesco ha rivolto il proprio pensiero ai terremotati - «esprimo la mia vicinanza ai feriti e a chi è stato colpito dal sisma. Prego in particolare per quanti hanno perso la vita e per i loro familiari» - auspicando che «le autorità del Paese, aiutate dalla Comunità internazionale, possano presto alleviare le sofferenze della cara popolazione croata».


Come Sostenere la Raccolta Fondi "Terremoto Croazia”

 DONA ORA CON LA CARTA DI CREDITO 


IN POSTA
C.C.P. n. 000013576228 intestato Caritas Ambrosiana Onlus - Via S. Bernardino 4 - 20122 Milano.
 
CON BONIFICO
C/C presso la Banca Popolare di Milano, intestato a Caritas Ambrosiana Onlus IBAN:IT82Q0503401647000000064700
C/C presso il Credito Valtellinese, intestato a Caritas Ambrosiana Onlus IBAN: IT17Y0521601631000000000578 - BIC BPCVIT2S

Per motivi di privacy le banche non ci inviano i dati di chi fa un bonifico per sostenere i nostri progetti.
Se vuoi ricevere la ricevuta fiscale o il ringraziamento per la tua donazione contatta l’Ufficio Raccolta Fondi comunicando il tuo nome, cognome, indirizzo e codice fiscale: offerte@caritasambrosiana.it  tel. 02 76037.324

 
CAUSALE OFFERTA: Terremoto Croazia 2020
 

 
Per qualsiasi informazione: offerte@caritasambrosiana.it
 
Le donazioni sono detraibili/deducibili fiscalmente
newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter
Emergenza Coronavirus - Dona ora
EVENTI E INIZIATIVE
21/04/2021
Convegni

SEGNALI DEL WELFARE CHE SARÀ

Oltre la dittatura dell'emergenza: neoassistenzialismo e generatività. 1° webinar – mercoledì 21 aprile 2021, ore 18.30 – 20.00

22/04/2021
Iniziative

Giornate di eremo - Al primo posto c’è l’amore

Giovedì 22 aprile h. 18.30 - Al primo posto c’è l’amore - I Cor 13, 1-13 a cura di don Matteo Rivolta - Responsabile Caritas Zona Pastorale di Varese. Iscriviti gratuitamente all'evento in diretta Youtube sul canale di Caritas Ambrosiana

23/04/2021
Convegni

E chi si assume la responsabilità?

Il webinar si terrà venerdì 23 aprile 2021, dalle 20.45 in diretta streaming sul canale Youtube di Caritas Ambrosiana.

28/04/2021
Convegni

TRA ASSISTENZA E ATTIVAZIONE: CONFRONTO TRA ESPERIENZE GENERATIVE

Oltre la dittatura dell'emergenza: neoassistenzialismo e generatività. 2° webinar – mercoledì 28 aprile 2021, ore 18.30 – 20.00

EDITORIALE

Del Direttore: 
Luciano Gualzetti



 
Cibo, buttiamo di più mentre altri non mangiano

A causa dello smart working e più ancora delle limitazioni anti Covid che hanno colpito in modo particolare il settore, bar e ristoranti acquistano una minore quantità di cibo.

.... Leggi qui

IN EVIDENZA
Progetti in evidenza
Quaresima 2021

I progetti proposti saranno realizzati in Albania, Sud Sudan e Thailandia. Vai alla pagina dedicata e scarica i materiali disponibili per promuovere i progetti

La nostra offerta
Progetti in evidenza
Rendicontazioni
Trasparenza

Ai sensi di quanto previsto dalla legge 124/2017, si comunica quanto la Fondazione Caritas Ambrosiana ha ricevuto nel corso dell’anno 2019 dalla pubblica ammini ...