Come rendere concreto il diritto all’acqua. La sfida del Contratto Mondiale

Per sollecitare la comunità internazionale a definire norme giuridicamente vincolanti sul diritto all'acqua, a concretizzazione della risoluzione dell'ONU del 2010, le organizzazioni che hanno aderito al Contratto mondiale sull’Acqua hanno redatto la proposta di un "Protocollo Opzionale al Patto Internazionale sui Diritti economici sociali e culturali" (PIDESC) che definisca le modalità per rendere concreto il "Diritto umano all'acqua e ai servizi igienici".
 
Questa proposta vuole essere un contributo e una sfida in occasione di due importanti eventi internazionali che caratterizzeranno il 2015: il processo di definizione dei nuovi Obiettivi di Sviluppo Sostenibile Post2015 che l'Assemblea delle Nazioni Unite approverà a ottobre e l’Expo 2015 con i temi che saranno affrontati.

L'obiettivo di questa campagna, attraverso l'adesione di cittadini, associazioni, movimenti, comitati, è quello di sollecitare l'impegno di un gruppo di Stati e istituzioni a presentare all'Assemblea delle Nazioni Unite sull'Agenda Post2015 la proposta di aprire un negoziato per un Secondo Protocollo PIDESC.

Il progetto di Protocollo presenta importanti elementi di avanzamento e novità rispetto alle risoluzioni, convenzioni e trattati esistenti, in quanto stabilisce un diritto umano "autonomo", specifico in tema di acqua e servizi igienici, che deve essere garantito dagli Stati sul piano sostanziale e su quello procedurale.

Il Protocollo è accompagnato da un documento di "commento" che illustra il criterio di stesura.
L'urgenza di sancire i diritti umani attraverso strumenti di diritto internazionale, cogenti per gli Stati, è oggi una priorità in funzione della perdita di sovranità degli Stati e delle cogenze delle legislazioni nazionali, anche di rango costituzionale, a difesa dei diritti umani sanciti dalla Dichiarazione dell'Onu. Trattati come il TTIP, l’accordo commerciale di libero scambio che Stati Uniti e Unione Europea stanno negoziando, introducono vincoli alla sovranità degli Stati e la costituzionalizzazione dei diritti umani è risultata insufficiente per tutelare i diritti umani come attestano alcune esperienze di Paesi dell'America Latina.
newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter
Emergenza Coronavirus - Dona ora
EVENTI E INIZIATIVE
03/12/2020
Iniziative

Finestre sul mondo - Crisi dimenticate

Ciclo di 4 incontri online aperto ai giovani sulle crisi dimenticate. Terzo appuntamento sul Sud Sudan giovedì 3 dicembre 2020

20/11/2020
Convegni

EDUCAZIONE E FELICITA'

Venerdì 20 novembre dalle ore 20.45. Rivedi la diretta streaming dell'evento. In occasione della giornata mondiale per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, Caritas Ambrosiana vuole mettere al centro della propria attenzione la vita dei bambini e dei ragazzi in questo tempo di emergenza.

15/11/2020
Iniziative

Donne in cammino verso un futuro "desiderabile"

Il libro:"Nate due volte. Storie di donne resilienti" verrà presentato domenica 15 Novembre ore 16.30 in un evento on-line sulla pagina facebook ANPI Quarto Oggiaro Sez. Carla Del Rosso. Verso la Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne

08/11/2020
Iniziative

Giornata diocesana Caritas

Giornata Mondiale dei Poveri Domenica 8 novembre 2020 “PER NON TORNARE INDIETRO, NESSUNO SIA LASCIATO INDIETRO”

EDITORIALE

Del Direttore: 
Luciano Gualzetti



 
Emergenza coronavirus. Aumentano i fragili

La pandemia da Covid 19 ha imposto delle trasformazioni negli stili di vita delle persone e nell’economia che hanno amplificato e moltiplicato le povertà

.... Leggi qui

IN EVIDENZA
Anziani
La nostra offerta
Progetti in evidenza
Rendicontazioni
Trasparenza

Ai sensi di quanto previsto dalla legge 124/2017, si comunica quanto la Fondazione Caritas Ambrosiana ha ricevuto nel corso dell’anno 2019 dalla pubblica ammini ...