Come rendere concreto il diritto all’acqua. La sfida del Contratto Mondiale

Per sollecitare la comunità internazionale a definire norme giuridicamente vincolanti sul diritto all'acqua, a concretizzazione della risoluzione dell'ONU del 2010, le organizzazioni che hanno aderito al Contratto mondiale sull’Acqua hanno redatto la proposta di un "Protocollo Opzionale al Patto Internazionale sui Diritti economici sociali e culturali" (PIDESC) che definisca le modalità per rendere concreto il "Diritto umano all'acqua e ai servizi igienici".
 
Questa proposta vuole essere un contributo e una sfida in occasione di due importanti eventi internazionali che caratterizzeranno il 2015: il processo di definizione dei nuovi Obiettivi di Sviluppo Sostenibile Post2015 che l'Assemblea delle Nazioni Unite approverà a ottobre e l’Expo 2015 con i temi che saranno affrontati.

L'obiettivo di questa campagna, attraverso l'adesione di cittadini, associazioni, movimenti, comitati, è quello di sollecitare l'impegno di un gruppo di Stati e istituzioni a presentare all'Assemblea delle Nazioni Unite sull'Agenda Post2015 la proposta di aprire un negoziato per un Secondo Protocollo PIDESC.

Il progetto di Protocollo presenta importanti elementi di avanzamento e novità rispetto alle risoluzioni, convenzioni e trattati esistenti, in quanto stabilisce un diritto umano "autonomo", specifico in tema di acqua e servizi igienici, che deve essere garantito dagli Stati sul piano sostanziale e su quello procedurale.

Il Protocollo è accompagnato da un documento di "commento" che illustra il criterio di stesura.
L'urgenza di sancire i diritti umani attraverso strumenti di diritto internazionale, cogenti per gli Stati, è oggi una priorità in funzione della perdita di sovranità degli Stati e delle cogenze delle legislazioni nazionali, anche di rango costituzionale, a difesa dei diritti umani sanciti dalla Dichiarazione dell'Onu. Trattati come il TTIP, l’accordo commerciale di libero scambio che Stati Uniti e Unione Europea stanno negoziando, introducono vincoli alla sovranità degli Stati e la costituzionalizzazione dei diritti umani è risultata insufficiente per tutelare i diritti umani come attestano alcune esperienze di Paesi dell'America Latina.
newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter
Emergenza Coronavirus - Dona ora
EVENTI E INIZIATIVE
11/03/2021
Convegni

Una comunità a misura di...ogni persona

Il webinar si terrà giovedì 11 marzo, dalle 20.45 alle 22.45

01/03/2021   Iniziative

Perché maltratto. Le situazioni di crisi: causa o effetto?

La situazione che stiamo vivendo da circa un anno, dovuta all'emergenza sanitaria, suscita un interrogativo: per quale motivo in momenti di particolare difficoltà e crisi molti uomini riversano sofferenza e frustrazione sulle donne? E quali possono essere gli interventi possibili in termini di prevenzione e contrasto a questo meccanismo spesso poco indagato?

18/02/2021
Convegni

L'Europa si è fermata a Lipa - Webinar

Giovedì 18 febbraio dalle ore 20.45 diretta Youtube sulla situazione dei migranti nel campo di Lipa, sulla condizione dei profughi in Bosnia, sulle attività di emergenza di Caritas Ambrosiana nel campo di Lipa e in Bosnia e sulle politiche migratore dell'Unione Europea. Iscriviti gratuitamente...

14/02/2021
Iniziative

Dalla zona di Varese sulla pace

Iniziativa di ACR, Caritas e Pastorale familiare della Zona II: ogni giorno un video di tre minuti con uno stralcio del testo, domande e riflessioni

EDITORIALE

Del Direttore: 
Luciano Gualzetti



 
Lavoro a rischio per tutti. Le risorse non vanno sprecate

L’altro giorno mi è capitato di parlare con una giovane imprenditrice e mamma. La sua azienda (un’impresa individuale con qualche collaboratore occasionale) si occupa di organizzare eventi.

.... Leggi qui

IN EVIDENZA
Notizie
Progetti in evidenza
Quaresima 2021

I progetti proposti saranno realizzati in Albania, Sud Sudan e Thailandia. Vai alla pagina dedicata e scarica i materiali disponibili per promuovere i progetti

La nostra offerta
Progetti in evidenza