Campo di Lipa: emergenza COVID






Nei campi profughi lungo Rotta Balcanica sono scoppiati diversi focolai Covid soprattutto a causa delle drammatiche condizioni igienico-sanitarie che spesso siamo costretti a testimoniare. Nel "Provisional Camp" di Lipa in Bosnia Erzegovina ben 140 persone sono in questo momento in isolamento per Covid accertato e vengono ospitati nelle tende di servizio, separati dagli altri profughi accolti nel campo mentre anche alcuni operatori purtroppo stati contagiati. Per cercare di limitare il più possibile i casi di infezione all’interno del campo la scorsa settimana sono state sospese tutte le attività ricreative, ma le condizioni igienico sanitarie restano molto critiche e questo aumenta drammaticamente il rischio di diffusione del contagio tra gli ospiti e gli operatori. Ancora oggi mancano completamente gli allacci elettrici, quelli idrici e quelli fognari. Il campo di Lipa era nato inizialmente come un campo provvisorio per l’isolamento dei migranti contagiati dal Covid o per affrontare la quarantena, una vergona per l’intera Europa come abbiamo più volte mostrato perché evidentemente inadatto ad ospitare persone in maniera dignitosa. Un luogo infelice all’aperto in montagna, con temperature che scendono molti gradi sotto lo zero. Caritas Ambrosiana e Ipsia-Acli, in collaborazione con la Croce Rossa locale continuano a distribuire quotidianamente agli ospiti del campo pasti caldi, acqua potabile, cibo e all’assistenza sanitaria.

Al centro per famiglie migranti di Borici di Bihać in Bosnia Erzegovina 45 ospiti sono stati messi in quarantena, così come 12 dipendenti di organizzazioni internazionali e agenzie di sicurezza. Al Sedra altro campo profughi per famiglie che sorge sempre nei pressi della cittadina di Bihać sono stati rilevati i primi casi positivi di Covid e per questo sono state sospese tutte le attività ricreative in via precauzionale.

In questo momento la situazione dei focolai di Covid-19 nei campi dove opera Caritas Ambrosiana necessita di un intervento immediato. Non avendo ancora attivato uno screening di massa non abbiamo la possibilità di accertare la reale portata dei casi di infezione che sono già ad oggi molti di più di quelli confermati dalle analisi di tracciamento dei casi.
Per questo abbiamo provveduto ad acquistare 4.000 test rapidi per monitorare la situazione che potrebbe peggiorare da un momento all’altro visto le drammatiche condizioni igienico-sanitarie presenti nei campi unite alla difficoltà mediche di affrontare una rapida diffusione delle infezioni.

Come contribuire

Per sostenere l’economia locale e evitare procedure doganali complesse e spese di trasporto e sdoganamento costose, Caritas non raccoglie o spedisce gli aiuti umanitari dall’Italia ma li acquista in loco.

Per sostenere i progetti di emergenza di Caritas Ambrosiana in favore di profughi in Bosnia e l'acquisto dei tamponi rapidi e dei pasti per il refettorio:

 DONA ORA CON LA TUA CARTA DI CREDITO 

 FAI LA DIFFERENZA CON UNA DONAZIONE CONTINUATIVA 

ALTRE MODALITÀ DI DONAZIONE
Conto Corrente Postale n. 000013576228 intestato a Caritas Ambrosiana Onlus - Via San Bernardino 4 - 20122 Milano
Conto Corrente Bancario
IBAN: IT82Q0503401647000000064700 presso il Banco BPM intestato a Caritas Ambrosiana Onlus
 
Causale: Emergenza profughi nei Balcani
Le offerte sono detraibili fiscalmente
 
Per motivi di privacy le banche non ci inviano i dati di chi fa un bonifico per sostenere i nostri progetti.
Se vuoi ricevere la ricevuta fiscale o il ringraziamento per la tua donazione contatta l’Ufficio Raccolta Fondi comunicando il tuo nome, cognome, indirizzo e codice fiscale: offerte@caritasambrosiana.it  tel. 02 76037.324


Dona ora, per aiutare concretamente i Profughi nei Balcani
newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter
Emergenza Coronavirus - Dona ora
EVENTI E INIZIATIVE
21/04/2021
Convegni

SEGNALI DEL WELFARE CHE SARÀ

Oltre la dittatura dell'emergenza: neoassistenzialismo e generatività. 1° webinar – mercoledì 21 aprile 2021, ore 18.30 – 20.00

22/04/2021
Iniziative

Giornate di eremo - Al primo posto c’è l’amore

Giovedì 22 aprile h. 18.30 - Al primo posto c’è l’amore - I Cor 13, 1-13 a cura di don Matteo Rivolta - Responsabile Caritas Zona Pastorale di Varese. Iscriviti gratuitamente all'evento in diretta Youtube sul canale di Caritas Ambrosiana

23/04/2021
Convegni

E chi si assume la responsabilità?

Il webinar si terrà venerdì 23 aprile 2021, dalle 20.45 in diretta streaming sul canale Youtube di Caritas Ambrosiana.

28/04/2021
Convegni

TRA ASSISTENZA E ATTIVAZIONE: CONFRONTO TRA ESPERIENZE GENERATIVE

Oltre la dittatura dell'emergenza: neoassistenzialismo e generatività. 2° webinar – mercoledì 28 aprile 2021, ore 18.30 – 20.00

EDITORIALE

Del Direttore: 
Luciano Gualzetti



 
Cibo, buttiamo di più mentre altri non mangiano

A causa dello smart working e più ancora delle limitazioni anti Covid che hanno colpito in modo particolare il settore, bar e ristoranti acquistano una minore quantità di cibo.

.... Leggi qui

IN EVIDENZA
Progetti in evidenza
Quaresima 2021

I progetti proposti saranno realizzati in Albania, Sud Sudan e Thailandia. Vai alla pagina dedicata e scarica i materiali disponibili per promuovere i progetti

La nostra offerta
Progetti in evidenza
Rendicontazioni
Trasparenza

Ai sensi di quanto previsto dalla legge 124/2017, si comunica quanto la Fondazione Caritas Ambrosiana ha ricevuto nel corso dell’anno 2019 dalla pubblica ammini ...