Terremoto Ecuador: una settimana dopo


Mons. Walter Heras Segarra, Vescovo di Zamora e Presidente di Caritas Ecuador, ha ringraziato con parole semplici "tutti quei fratelli e sorelle dei vari Paesi che attraverso la rete Caritas stanno dando un segno tangibile di solidarietà e fratellanza al popolo ecuadoregno in questi momenti di dolore. Sappiamo che le maggiori difficoltà devono ancora arrivare, quando si deve fare i conti con il gran dolore e le perdite e quando la "notizia" sarà terminata... Per questo è importante che il sostegno delle Caritas sorelle possa continuare, sarà una grande benedizione".

Nel frattempo cresce e si precisa sempre più il bilancio del terribile terremoto di magnitudo 7,8 di sabato 16 aprile:
· 602 morti e 130 scomparsi;
· 113 persone estratte vive dalle macerie;
· 713 repliche sismiche;
· 26.091 persone sistemate in campi sfollati (albergues);
· Si stima che sono 720.000 le persone che hanno bisogno di un'assistenza umanitaria.

Credits: Caritas Internationalis

Nelle città più grandi si sta ristabilendo progressivamente il servizio elettrico e di acqua potabile, mentre a Pedernales e nei centri più colpiti mancano ancora questi servizi.

Intanto continua il lavoro di rilevazione dei bisogni che Caritas Ecuador, sostenuta da un'equipe di Caritas Internationalis, sta svolgendo. Giovedì 21 aprile hanno visitato la zona di Pedernales e di alcune località minori quali San Vicente de Canoa, Jama, Brisas del Pacifico, La Chorrera e Tabuga.

Guarda le immagini raccolte da Caritas Internationalis

In generale i bisogni maggiori sono quelli di acqua potabile, medicine, kits igienico-sanitari, alimenti, che vengono reperiti in loco nel Paese.

Tante diocesi e parrocchie dell'Ecuador hanno già raccolto e inviato materiale che si sta distribuendo localmente attraverso i tanti volontari delle Caritas locali.
Altre hanno indetto per questa domenica raccolte e collette.

Caritas Ambrosiana continua la raccolta a favore della popolazione colpita: 

COME DONARE

DONA ORA CON CARTA DI CREDITO

C.C.P. n. 000013576228 intestato Caritas Ambrosiana Onlus - Via S.Bernardino 4 - 20122 Milano.
C/C presso il Credito Valtellinese, intestato a Caritas Ambrosiana Onlus IBAN: IT17Y0521601631000000000578
C/C presso la Banca Popolare di Milano, intestato a Caritas Ambrosiana Onlus IBAN: IT51S0558401600000000064700
C/C presso Banca Prossima, intestato a Caritas Ambrosiana Onlus IBAN: IT97Q0335901600100000000348

CAUSALE: TERREMOTO ECUADOR

Le offerte sono detraibili/deducibili fiscalmente

 

newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter
Emergenza Coronavirus - Dona ora
EVENTI E INIZIATIVE
01/07/2020
Iniziative

La cultura della cura. L'emergenza aiuta le emergenze?

Mercoledì 1/7 - ore 18.00 - Diretta streaming Youtube e Facebook. Scopri come vedere la diretta e leggi il programma

29/06/2020
Iniziative

Finestre sul mondo

Ciclo di 4 incontri online aperto ai giovani. Ultimo appuntamento su Haiti insieme a Chiara e a padre Elder

17/06/2020
Iniziative

La cultura della cura. Distanziamento fisico - Prossimità sociale

Mercoledì 17/6 - ore 18.00 - Diretta streaming Youtube e Facebook. Scopri come vedere la diretta e leggi il programma

08/06/2020
Iniziative

La cultura della cura. Stare nell'incertezza

Lunedì 8/6 - ore 18.00 - Diretta streaming Youtube e Facebook. Scopri come vedere la diretta e leggi il programma

EDITORIALE

Del Direttore: 
Luciano Gualzetti



 
Riapre la lombardia. Equilibri sociali precari

I lombardi, in generale, e naturalmente anche quelli che si dedicano al volontariato sono orgogliosi della loro capacità di fare.

.... Leggi qui

IN EVIDENZA
America Latina e Caraibi
Progetti in evidenza
Rendicontazioni
Trasparenza

Ai sensi di quanto previsto dalla legge 124/2017, si comunica quanto la Fondazione Caritas Ambrosiana ha ricevuto nel corso dell’anno 2019 dalla pubblica ammini ...

Lasciti testamentari
Lasciti Testamentari

Scegli di fare un dono nel testamento a favore di Caritas e sarai per sempre al fianco di chi ha più bisogno.