Medio Oriente e Nord Africa

 

Con Medio Oriente e Nord Africa,  si intendono quei paesi dell’Africa settentrionale e del vicino Oriente che si affacciano sul Mediterraneo.
Quest’area comprende 15 Stati ed il territorio palestinese ( Opt: occupied Palestinian territories).
La Regione si estende dalla Mauritania, a Ovest, fino all’Iran, ad est, includendo Cipro e, nel Corno d’Africa, Gibuti e Somalia.
Da sempre crocevia millenario di civiltà, culture, popoli, lingue e naturalmente religioni tra Europa, Africa e Asia, questa Regione  è attualmente popolata da oltre 320 milioni di persone. All’interno dell’area, la maggioranza del territorio è abitata da popolazioni di etnia araba; numerose sono le minoranze che vivono in diverse zone della regione. La zona mediorientale è da secoli culla delle tre “religioni del Libro”: accanto ad un’ampia maggioranza musulmana convivono, non senza difficoltà, cristiani ( in Libano sono il 36% della popolazione) ed ebrei (che costituiscono la maggioranza in Israele).


La presenza dei due terzi delle riserve di idrocarburi del mondo rende questa Regione una delle più strategiche per l’economia e la politica internazionale.
Tale ruolo ha influito  moltissimo sul futuro di questi Paesi che, in gran parte, una volta diventati indipendenti dal sistema coloniale europeo, non sono riusciti a sviluppare dei processi politici e istituzionali tali da garantire i diritti umani e i principi democratici di rappresentanza alle proprie popolazioni. In molti casi sono nati veri e propri regimi e monarchie poco inclini al rispetto di tali diritti. 
Il 2011 è stato caratterizzato dal fenomeno delle “Primavere arabe”, nome dato a quei moti popolari sviluppatisi in diversi
Paesi dell’area e diventati poi in alcuni casi aperte rivolte per rovesciare i dittatori e i potenti di turno.    
In alcuni Stati questi processi non si sono ancora conclusi e non sempre hanno portato a dei cambiamenti sostanziali. Se, ad esempio,  nel caso egiziano la Primavera ha portato ad una prolungata tensione sociale e politica, in Siria le rivolte sono
sfociate in  una guerra civile che dura da più di 3 anni e che ad oggi è costata la vita ad oltre 170.000 persone.



Ancora diversi, seppur con le relative distinzioni, i casi di Iraq e Libia. Gli interventi militari internazionali finalizzati all’abbattimento dei rispettivi regimi non si sono conclusi con l’auspicata “transizione democratica”, generando invero nei due paesi una spirale di violenza e di conflitti interni a seguito del vuoto politico creatosi.

 
IL RUOLO DI CARITAS      

Medio Oriente e nord Africa sono le due anime di un’unica area geografica che costituisce una delle sette regioni in cui è organizzata la rete di Caritas Internationalis. 
Caritas Ambrosiana è presente in questa area dal 1999 con i primi progetti a favore della popolazione palestinese che vive nella West Bank e nella Striscia di Gaza. Negli anni successivi è aumentato l’impegno progettuale e la presenza anche in Giordania, Iraq, Libano, Siria. Da alcuni anni è invece iniziata una partnership con Somalia, Gibuti e Algeria.

18/11/2014
Medio Oriente e Nord Africa

Siria: in un silenzio assordante la guerra continua!

A poco meno di 4 anni dall’inizio dalla guerra, l’economia in Siria è tornata indietro di 30 anni. A questo ritmo se il conflitto perdurerà anche nel 2015, circ ...

newsletter
Iscriviti alle nostre newsletter
Dona ora per i progetti Caritas
EVENTI E INIZIATIVE
11/01/2019
Corsi di formazione

Percorso formativo per aspiranti famiglie affidatarie di minori non ac ...

Percorso formativo per famiglie e single che sono interessati a capire come accogliere i minori non accompagnati

01/12/2018
Iniziative

1 DICEMBRE 2018: 30ma giornata di lotta all'AIDS

…e dopo tanto viaggiare, in lungo e in largo.. mari, oceani e deserti… in un campo, sotto un grande albero si addormentarono abbandonati… uno vicino all’altro, finalmente liberi.

29/11/2018
Convegni

Per una giustizia almeno un poco più giusta

Tre incontri sulla giustizia penale da ottobre 2018 a gennaio 2019

27/11/2018
Convegni

La comunità di cura nella metamorfosi del sociale

Presentati martedì 27 novembre all’Auditorium del Centro San Fedele di Milano i dati della ricerca condotta da Aaster per le diocesi della Lombardia. Una ricerca qualitativa sui volontari dei Centri di Ascolto, con i dati che emergono dai focus group e dai questionari somministrati.

EDITORIALE

Del Direttore: 
Luciano Gualzetti



 
A Natale, il sapore del pane spezzato

Esiste una interpretazione banale del Natale che trasforma questa fondamentale festa religiosa in una fiera di buoni sentimenti.
... Leggi qui

IN EVIDENZA
Progetti in evidenza
Rendicontazioni
Bilancio Sociale 2017

Richiedi gratuitamente il nostro Bilancio Sociale 2017 per vedere come abbiamo lavorato lo scorso anno per raggiungere la nostra missione sociale di incontro ve ...

Rendicontazioni
Trasparenza

Ai sensi di quanto previsto dalla legge 124/2017, si comunica quanto la Fondazione Caritas Ambrosiana ha ricevuto nel corso dell’anno 2017 dalla pubblica ammini ...

Lasciti testamentari
Lasciti Testamentari

Scegli di fare un dono nel testamento a favore di Caritas Ambrosiana e sarai per sempre al fianco di chi ha più bisogno. Da oltre 50 anni Caritas Ambrosiana ope ...