La nostra attività


L'intervento diretto a favore delle donne vittime di violenza

Centro antiviolenza Se.D.- Servizio Disagio Donne

Il Se.D. - Servizio Disagio Donne - è riconosciuto da Regione Lombardia ed è parte della rete antiviolenza del Comune di Milano.
Il Se.D. offre ascolto e accoglienza, allo scopo di accompagnare la donna "attraverso la relazione di aiuto donna con donna" a scelte consapevoli per costruire un percorso di autonomia, salvaguardando il suo diritto e quello dei suoi figli a uscire dalla sfera della violenza domestica per ritrovare benessere e serenità.

L'intervento del Se.D. consiste in:

  • ascoltare le donne che si trovano in una situazione di maltrattamento
  • prendere in carico ed elaborare progetti individuali con le donne
  • strutturare percorsi individualizzati per le donne sole o con figli, attraverso una presa in carico territoriale o in strutture protette, in collaborazione con i servizi sociali del territorio
  • offrire consulenza legale e psicologica
  • collaborare con le Forze dell'Ordine
  • segnalare e accompagnare le donne per l'eventuale inserimento in case rifugio della rete

Recapiti e orari
Lun./ven 9.00/13.00 e 14.00/17.00
Tel. 02.76037352
Cel. 337.1175658
e-mail: maltrattamentodonne@caritasambrosiana.it



Ospitalità in Strutture Protette
L'ospitalità offerta avviene in strutture a indirizzo segreto, per salvaguardare la protezione della donna. Il percorso di ogni donna è accompagnato dal centro antiviolenza in stretta collaborazione con le operatrici delle strutture di ospitalità.
Sono previsti posti di:

  • Pronto intervento in caso di emergenza
  • Prima accoglienza per l'accompagnamento e elaborare, avviare e attuare il proprio progetto di autonomia
  • Seconda accoglienza in appartamenti nei quali consolidare il percorso verso l'autonomia.
 
newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter
Regali solidali
EVENTI E INIZIATIVE
29/05/2024
Iniziative

Cattive e imprigionate. Donne rom tra detenzione, riscatto e rappresen ...

Chi sono le donne rom in carcere? Generalmente vengono rappresentate come autrici di reati predatori, che utilizzano le gravidanze in modo strumentale. La conoscenza di alcune di queste donne e della loro esperienza ci presenta una realtà dove molte di loro si sforzano di elaborare la propria storia personale e le vicende familiari che le hanno portate a delinquere. In questo modo il loro percorso carcerario può diventare un luogo di effettiva emancipazione.

24/05/2024
Convegni

Disabilità e povertà nelle famiglie italiane

Venerdì 24 maggio alle 10.30 a Milano sarà presentata, alla presenza dell'Arcivescovo, la prima ricerca “Disabilità e povertà nelle famiglie"

20/05/2024
Convegni

Una riforma che si fa attendere

La Commissione Anziani di Caritas Ambrosiana propone uno spazio di confronto in cui fare il punto sulle politiche a favore delle persone anziane

17/05/2024
Iniziative

Fango - Storia di un'alluvione e di profonda umanità

Reading teatrale sull'alluvione in Emilia-Romagna.

EDITORIALE

Del Direttore: 
Luciano Gualzetti



 
Un riordino preoccupante, l’azzardo non è un gioco
Avevamo chiesto di non approvarlo. Avevamo avanzato 13 proposte di modifica. Invece lo Schema di decreto (approvato prima di Natale) è diventato Decreto legislativo a pieno titolo... Leggi qui

IN EVIDENZA
Tabella trasparenza
Trasparenza 2023

Ai sensi di quanto previsto dalla legge 124/2017, si comunica quanto la Fondazione Caritas Ambrosiana ha ricevuto nel corso dell’anno 2023 dalla pubblica ammini ...

La nostra offerta
Numero dedicato donatori
Vuoi fare del bene? Chiamaci...

02.40703424 è il nuovo numero da chiamare per sapere come fare del bene... meglio! Chiama il nostro numero dedicato ai donatori Caritas, riceverai tutte le info ...

Progetti in evidenza