La Civil Week al Refettorio Ambrosiano - RINVIATO

RINVIATO A DATA DA DESTINARSI
Riprogrammiamo la civil week - di Elisabetta Soglio

Il “professore”, il “maratoneta”, il “tranviere” e il “maestro di sala” vi faranno conoscere il bello che si nasconde dentro e fuori la mensa solidale di Piazza Greco


Nell’ambito della “Civil Week – La Società in movimento”, venerdì 6 marzo, i Gatti Spiazzati accompagneranno i cittadini a spasso per il quartiere di Greco e all’interno del Refettorio Ambrosiano la mensa della Caritas, di cui ad alcuni di loro è toccato in sorte di apprezzare l’ottima (dicono) cucina. A fare da guida per un giorno saranno in particolare tre Gatti che esprimeranno il loro particolarissimo punto di vista, mescolando realtà a finzione e innaffiando il tutto con abbondanti dosi di auto-ironia.


Le guide
La squadra sarà composta, da “il Professore”, “il Maratoneta” e “il Tranviere”. Al quale si aggiungerà il “Maestro di Sala”.    

Il gatto Onofrio detto il Professore, negli ultimi anni ha avuto modo di apprezzare quanto siano confortevoli le biblioteche cittadine specie nei freddi pomeriggi invernali e così facendo ha riscoperto anche una sua antica passione: l’amore per l’erudizione letteraria, che gli è valso il titolo accademico. Se non sapete nulla di filologia, state attenti a non chiedergli troppi dettagli sulle opere di Alessandro Manzoni: il Professore è severissimo e non tollera sciatterie.  

Il gatto Aldo detto il Maratoneta si è conquistato il nome sul campo. Nel suo lungo girovagare per la città, a dispetto dell’età non più freschissima, ha acquisito una resistenza fisica da far invidia a super-sportivi. Può camminare per ore senza stancarsi e, soprattutto, senza smettere di parlare. Già perché nel suo andare a zonzo, da vero flâneur ha preso nota di tutto. Storie, aneddoti, curiosità, fatti storici e leggende. Per ogni centimetro di strada, il Maratoneta è in grado di aprire una finestra sul passato, il presente e il futuro di Milano. Il problema è stare al suo passo (non solo fisicamente). Quindi sfidatelo, solo se siete molto ben allenati.

Il gatto Gianni detto il Tranviere è figlio d’arte (il padre ha guidato il 18 per una vita) e sostiene che il modo migliore per conoscere Milano è guardarla dal finestrino di un vecchio tram. Sa raccontarvi anche alcuni aspetti meno noti del trasporto pubblico cittadino, come ad esempio il modo in cui di notte alcuni scaltri viaggiatori sanno trasformare in “confortevoli” vagoni letto le circolari 90 e 91. In un quartiere come Greco, attraversato dai binari della stazione Centrale, non ci poteva essere guida migliore.

Last but not least, a fare da Cicerone ci sarà Carlo, il Maestro di Sala. Del gruppo è il solo a non essere un Gatto Spiazzato - ma di gatti ne ha conosciuti molti ultimamente, facendo il volontario al Refettorio Ambrosiano. È capace di servire ai tavoli con grande velocità e precisione senza perdere nemmeno un briciolo della sua grande affabilità. Per ogni ospite ha una parola e, a dire la verità, spesso anche più di una. Così passa più tempo alla mensa di piazza Greco che a casa. Ma la moglie non pare dolersene.  

L’itinerario
L’itinerario prenderà il via dal Refettorio, in piazza Greco 11. Da lì si visiterà la Chiesa di San Martino, un bel esempio di architettura barocca che custodisce all’interno dipinti del tardo Rinascimento. Poi ci si dirigerà in via Bottelli, dove sorge l’edificio che dal 1985 ospita la sala prove privata del Teatro alla Scala. Qui si potrà ammirare il murales, realizzato con vernice anti-smog, sulle facciata dell’edificio dagli studenti della scuola di Design del Politecnico. Dopodiché, girovagando per il quartiere e toccando altri punti di interesse si giungerà alla Cassina de’ Pomm, identificata come la cascina dove il protagonista dei Promessi Sposi Renzo Tramaglino, passa la notte quando rientra a Milano alla ricerca della sua amata Lucia e trova la città sconvolta dalla peste. Rientrati poi al Refettorio si potrà compiere un percorso guidato alla collezione permanente ospitata all’interno dell’ex teatro parrocchiale trasformato in occasione di Expo Milano 2015 in una mensa solidale che ogni sera offre la cena a 90 persone in difficoltà. Qui il “Maestro di Sala” illustrerà le opere che impreziosiscono questo luogo: l’istallazione site specific No more excuses di Maurizio Nannucci; il portale d’ingresso da cui si era partiti per il tour, realizzato in terracotta da Mimmo Paladino sul modello della Porta dell’Accoglienza che lo stesso artista ha realizzato a Lampedusa nel 2008 in memoria dei migranti che arrivano sull’isola attraversando il Mediterraneo;  l’Acquasantiera di Gaetano Pesce che si trova proprio nell’atrio; Il Pane Metafisico di Carlo Benvenuto; il grande affresco di Enzo Cucchi che copre l’intera lunghezza della sala da pranzo.

Come partecipare
Ogni tour parte e arriva al Refettorio, piazza Greco 11 Milano. Il tempo richiesto è di un’ora e ci si muoverà a piedi. Sono previsti nell’arco della giornata 5 tour alle ore 10.00; 11.00; 14.30: 15.30; 16.30. Per partecipare ai tour è consigliato iscriversi sulla piattaforma e selezionare l’orario disponibile.

La Civil Week
L’iniziativa rientra nel programma della Civi Week - La Società in movimento: la prima settimana italiana della cittadinanza attiva che si terrà a Milano dal 5 all’8 marzo per iniziativa del Corriere della Sera‐Buone Notizie, CSV Milano, i Forum del Terzo Settore, in collaborazione con Regione Lombardia, Città Metropolitana, Comune di Milano.

Il Refettorio Ambrosiano è una mensa solidale realizzata e gestita da Caritas Ambrosiana a partire da un’idea dello chef Massimo Bottura e Davide Rampello. Inaugurato in occasione di Expo Milano 2015, negli spazi in abbandono del teatro parrocchiale di Greco, il Refettorio offre la cena, in un ambiente accogliente, a persone in difficoltà. I menu sono realizzati recuperando le eccedenze alimentari sulla base delle ricette che 50 chef di fama internazionale hanno insegnato ai cuochi professionali che lavorano in cucina.   
 
I “Gatti Spiazzati" devono il nome al centro diurno per senza tetto La Piazzetta di Caritas Ambrosiana che li ha fatti conoscere. Sono autori della guida “I Gatti di Milano non toccano terra”, edita dal giornale di strada “Scarp de’ tenis”. Da luglio 2017 hanno organizzato più di 100 tour guidati per la città, per oltre 5mila visitatori. Costituitisi in associazione, si autofinanziano con la vendita della guida e le offerte raccolte durante i tour.


newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter
Emergenza Coronavirus - Dona ora
EVENTI E INIZIATIVE
01/07/2020
Iniziative

La cultura della cura. L'emergenza aiuta le emergenze?

Mercoledì 1/7 - ore 18.00 - Diretta streaming Youtube e Facebook. Scopri come vedere la diretta e leggi il programma

29/06/2020
Iniziative

Finestre sul mondo

Ciclo di 4 incontri online aperto ai giovani. Ultimo appuntamento su Haiti insieme a Chiara e a padre Elder

17/06/2020
Iniziative

La cultura della cura. Distanziamento fisico - Prossimità sociale

Mercoledì 17/6 - ore 18.00 - Diretta streaming Youtube e Facebook. Scopri come vedere la diretta e leggi il programma

08/06/2020
Iniziative

La cultura della cura. Stare nell'incertezza

Lunedì 8/6 - ore 18.00 - Diretta streaming Youtube e Facebook. Scopri come vedere la diretta e leggi il programma

EDITORIALE

Del Direttore: 
Luciano Gualzetti



 
Riapre la lombardia. Equilibri sociali precari

I lombardi, in generale, e naturalmente anche quelli che si dedicano al volontariato sono orgogliosi della loro capacità di fare.

.... Leggi qui

IN EVIDENZA
America Latina e Caraibi
Progetti in evidenza
Rendicontazioni
Trasparenza

Ai sensi di quanto previsto dalla legge 124/2017, si comunica quanto la Fondazione Caritas Ambrosiana ha ricevuto nel corso dell’anno 2019 dalla pubblica ammini ...

Lasciti testamentari
Lasciti Testamentari

Scegli di fare un dono nel testamento a favore di Caritas e sarai per sempre al fianco di chi ha più bisogno.