CRESCERE SENZA FRETTA

Intervista a Piera Guarino, coordinatrice del doposcuola S.Ildefonso                   
      
 
E’ stato aperto a dicembre 2013 il doposcuola di S.Ildefonso, zona centrale di Milano, quindi ha poco più di un anno di vita.
E’ nato su iniziativa di una giovane educatrice professionale, Piera Guarino, che aveva da poco iniziato a lavorare in oratorio, e dal suo incontro con due volontarie attive nel sostegno scolastico a due ragazzi stranieri.
 
Piera: “Non avevo idea di come iniziare, come organizzarlo…se raccogliere le iscrizioni o no. Mi è stato utile il supporto dell’ufficio Doposcuola di Caritas…e poi siamo partiti con otto volontarie, donne tra i 40 e 50 anni, e 10 ragazzini delle scuole medie. Di questi soltanto due erano italiani.”
 
I primi sei mesi sono andati piuttosto bene, dalle insegnanti con cui c’era un rapporto sono arrivati rimandi positivi sul rendimento scolastico dei ragazzi, per alcuni dei quali i problemi riguardavano principalmente l’apprendimento della lingua italiana.
 
Piera: “I problemi sono stati per lo più di tipo organizzativo, dovevamo capire se tenere il rapporto 1:1 o alternare con l’1:2 o 1:3. Da settembre, quindi dall’inizio di quest’anno scolastico, ci siamo stabilizzati, per scelta, sul rapporto individuale. Ora abbiamo 6 ragazzi (4 che erano di terza media hanno smesso di venire) su tre giorni e 11 volontari, per accettare più ragazzi dovremmo crescere come operatori.”
 
“Non è semplice il rapporto con gli altri ragazzi dell’oratorio, soprattutto con quelli del gruppo medie (che lei stessa gestisce). Nessuno di loro viene al Doposcuola nonostante alcuni non brillino nello studio. Non si vogliono mescolare con gli stranieri che non sanno la lingua, in realtà si perdono una bella opportunità per condividere le loro difficoltà. Quello del doposcuola-ghetto è un rischio forte, per fortuna però hanno iniziato ad aiutarci alcuni ragazzi più grandi, di superiori e università, offrendo per alcuni pomeriggi saltuari servizio di aiuto allo studio. In compenso sono riuscita a portare  3 ragazzi dal Doposcuola al gruppo medie e tuttora lo stanno frequentando.”
 
Alla domanda su quali siano i punti di forza del Doposcuola Piera sottolinea la buona qualità della relazione tra volontari e alunni. “Abbiamo degli ex-docenti che sanno leggere bene i bisogni dei ragazzi e non hanno l’ansia di dover terminare i compiti per forza”.
 
“Il mio desiderio è riuscire ad allargare il gruppo dei volontari e di conseguenza riuscire ad accogliere più studenti e non solo stranieri. Non sarà facile, anche perché io ho a disposizione 12 ore settimanali per gestire oratorio e Doposcuola. Dovrei poter delegare qualcosa…”
 
Chissà che l’incontro con qualche altro Doposcuola non possa suggerire qualche idea a Piera. La nostra bacheca della newsletter è a disposizione, come peraltro il nostro ufficio per una consulenza.
newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter
Numero dedicato donatori 0240703424
EVENTI E INIZIATIVE
12/06/2021
Iniziative

Premio "Reboot - Riavvio"

Sabato 12 giugno alle 11.00 al Giambellino Kerry Kennedy e Luciano Gualzetti consegnano il premio “Reboot-Riavvio”. Presentazione degli sviluppi del progetto “Nessuno resti indietro” per contrastare il digital divide alla luce di un monitoraggio sui doposcuola parrocchiali…

17/06/2021
Convegni

DOPOSCUOLA TRA RESILIENZA E RIPRESA

Caritas Ambrosiana presenta i dati della ricerca sui doposcuola in quest'anno di pandemia

28/06/2021
Iniziative

Scegli da che parte stare

Caritas Ambrosiana, a fianco dell'esperienza ventennale dei Cantieri della Solidarietà in Italia e all'estero, rilancia per il sesto anno, per l'estate 2021, l'iniziativa "Scegli da che parte stare" organizzata dall'associazione Una Casa Anche Per TE (U.C.A.P.TE) con patrocinio del Comune di Cisliano...

05/05/2021
Convegni

“LÌ SONO INSERITI I POVERI, CON LA LORO CULTURA, I LORO PROGETTI E LE ...

Oltre la dittatura dell'emergenza: neoassistenzialismo e generatività. 3° webinar – mercoledì 5 maggio 2021, ore 18.30 – 20.00

EDITORIALE

Del Direttore: 
Luciano Gualzetti



 

Casa: una crisi senza sostegno
Il 30 giugno scade la moratoria sulle esecuzioni immobiliari per la prima casa. Circa 120 mila famiglie vivranno un momento tragico

.... Leggi qui

IN EVIDENZA
Numero dedicato donatori
Vuoi fare del bene? Chiamaci...

02.40703424 è il nuovo numero da chiamare per sapere come fare del bene... meglio! Chiama il nostro numero dedicato ai donatori Caritas, riceverai tutte le info ...

Progetti in evidenza
La nostra offerta
Rendicontazioni
Trasparenza

Ai sensi di quanto previsto dalla legge 124/2017, si comunica quanto la Fondazione Caritas Ambrosiana ha ricevuto nel corso dell’anno 2019 dalla pubblica ammini ...