La storia di Marina







Progetto grafico a cura di Lorenzo Peri
studente Civica Scuola Arte&Messaggio - Comune di Milano


Sebastiano nasce a Fortaleza, in brasile, nel 1988, ultimo di cinque fratelli e sorelle. Già da ragazzino, a 15 anni, smette di andare a scuola e comincia a prostituirsi in strada, come transgender, facendosi chiamare marina.
La sua vita in famiglia è difficile, drammatica: marina viene rifiutata da tutti, solo la sorella maggiore l’accetta e le sta vicina. A 17 anni subisce violenza da uno zio.

La madre di marina viene contattata da una donna transgender che si offre di farsi carico di marina e portarla in Italia.
È chiaro a tutti che la prospettiva in Italia è quella che continui a prostituirsi, la promessa è quella di diventare molto ricca: giusto il tempo di occuparsi dei documenti e del passaporto e, dopo due mesi, marina, appena maggiorenne atterra a Roma.

Si ritrova a vivere, con altre due connazionali, in un appartamento che sarà da subito casa e luogo di prostituzione: marina non sa di avere contratto un debito di 15.000 euro con la sua “caffettina”.
Deve pagare tutto: 200 euro a settimana per l’affitto, 10 euro al giorno per la spesa alimentare, 100 euro alla settimana per gli annunci su internet, 100 euro a settimana per l’organizzazione degli incontri coi clienti e per la pulizia della casa. Inoltre è costretta ad acquistare solo e direttamente dalla “caffettina” vestiti, ormoni, medicinali.
È giovane e bellissima, “lavora” tantissimo e in soli otto mesi ripaga il suo debito.

Il controllo però continua ed è ferreo,  marina beve molto e assume sostanze per reggere i ritmi imposti.
Incontra per la prima volta le operatrici di Caritas grazie al passaparola delle “colleghe”: vuole fare i degli esami del sangue.
Scopre di aver contratto l’Hiv da un cliente, accetta di essere seguita ed accompagnata in ospedale per essere presa in carico.

Nel frattempo continua a prostituirsi, ma la violenza e le minacce continue che subisce in casa la portano a scappare.

Ora vive a casa di un’amica, viene seguita dalle operatrici e assistenti sociali di Caritas: la stanno aiutando nella richiesta dei documenti per regolarizzarsi.
Marina è consapevole di essere cercata dalla sua sfruttatrice, le minacce di ritorsioni sono arrivate anche in brasile, ma la sorella, con la quale marina ha ripreso i contatti, la rassicura e la sostiene nella sua scelta di sottrarsi ad una vita che la stava velocemente distruggendo.

Segnala i casi sospetti di tratta di esseri umani e grave sfruttamento al Numero Verde Antitratta 800 290 290, attivo h24
IL TUO CONTRIBUTO È FONDAMENTALE!





newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter
Regali solidali
EVENTI E INIZIATIVE
27/06/2022
Iniziative

Scegli da che parte stare 2022

Campi di formazione e lavoro volontario nel bene confiscato Libera Masseria e Spino d'Adda. Campi estivi per minorenni e maggiorenni dal 27 giugno al 6 agosto 2022. Leggi tute le informazioni...

18/06/2022
Iniziative

Sante subito! Famiglie 2022

Sabato 18 giugno dalle ore 17.00 in Piazza del Duomo a Milano

19/05/2022
Convegni

SOSTENERE L’ADOZIONE: accompagnare la sofferenza, prendersi cura del b ...

Convegno per operatori sul sostegno post adottivo

18/05/2022
Iniziative

Giornate di Eremo 2022

Rivedi le dirette streaming degli incontri di eremo e scarica i testi delle lectio di don Stefano Guidi direttore FOM e di don Maurizio Zago direttore dell'Ufficio Diocesano per la Pastorale Missionaria. Guarda tutti i materiali disponibili...

EDITORIALE

Del Direttore: 
Luciano Gualzetti



 
Diamo Lavoro e Fondo San Giuseppe

A Milano, e nel territorio diocesano, uno dei drammi più gravi è costituito dalla condizione di persone che sono alla ricerca di un lavoro, ma non posseggono adeguata qualificazione...... Leggi qui


IN EVIDENZA
Notizie
Straordinariamente BUONA

Francesco Canella ha vissuto per due anni l'esperienza dei Cantieri della Solidarietà con Kay Chal, conoscendo suor Luisa

Notizie
Rendicontazioni
Trasparenza

Ai sensi di quanto previsto dalla legge 124/2017, si comunica quanto la Fondazione Caritas Ambrosiana ha ricevuto nel corso dell’anno 2019 dalla pubblica ammini ...

La nostra offerta