Per non perdere la speranza in un orizzonte di pace

A tre mesi dall’accensione del folle falò che sta incendiando l’Ucraina, incenerendo vite umane, edifici, città, territori e produzioni, alterando a livello globale equilibri diplomatici, economici, energetici e persino alimentari, mentre il numero degli sfollati interni al paese vittima di aggressione e dei rifugiati all’estero raggiunge dimensioni mai sperimentate in un lasso di tempo tanto breve, a noi rimangono due stelle polari: il dovere dell’accoglienza, la costruzione di condizioni di pace.
La prima stella polare guida la rete Caritas in un lavoro intenso, faticoso ma ineludibile, a favore di migliaia di persone fuggite, traumatizzate, smarrite. È un lavoro anche inedito: in passato mai era capitato di dover censire, contattare, capire come aiutare e orientare profughi giunti in massa ma distribuitisi in un pulviscolo di accoglienze spontanee e informali, presso famiglie, parrocchie, associazioni. Una generosità encomiabile, che però con il passare del tempo viene inevitabilmente messa alla prova, sia sul piano delle relazioni, sia sul versante della sostenibilità organizzativa ed economica.
In questo quadro, Caritas Ambrosiana (con le sue articolazioni territoriali e le sue cooperative) ha scelto di gestire direttamente, in convenzione con le autorità governative, un certo numero di accoglienze, e di coordinare e supportare altre accoglienze (avviate da parrocchie e privati), anche tramite le reti dei Centri d’ascolto e degli Empori della Solidarietà. A giugno, quando arriveranno i 270 profughi indirizzati nei territori ambrosiani in virtù di un bando della Protezione civile nazionale, le persone accolte e aiutate arriveranno a essere (almeno) mille.
Il numero tondo è il suggello simbolico di una straordinaria prova di solidarietà, popolare e diffusa, che Caritas ha il compito di sostenere e capitalizzare, anche in chiave pedagogica, perché cresca in termini generali la cultura dell’accoglienza. La quale deve valere sempre e per tutti coloro che sono costretti a migrare a causa di conflitti, violazioni dei diritti fondamentali, povertà, carestie, disastri naturali e ambientali. Per questo Caritas Ambrosiana continua a lavorare, per esempio, a favore dei profughi mediorientali, africani e asiatici presenti lungo la Rotta Balcanica: la recente inaugurazione, nel campo di Lipa, in Bosnia ed Erzegovina, di due edifici che sono insieme mense e spazi per attività sociali, è la prova di una vicinanza ai profughi di tutto il mondo, che rimane viva nel nostro dna valoriale e operativo.
Quanto alla seconda stella polare, l’enormità di quanto sta accadendo rischia di farci perdere la speranza in un orizzonte di pace. Che invece deve continuare a costituire la nostra prospettiva. Alla quale ci avvicineremo, quanto più sapremo ostinarci a Camminare insieme sulla via degli ultimi. Il titolo del 42° Convegno nazionale delle Caritas diocesane, che ospiteremo a Milano dal 20 al 23 giugno, ci richiama alla responsabilità di un umile, ma coraggioso e incessante percorso di costruzione di condizioni di dignità, giustizia, cura e fraternità per la vita di ogni uomo, a partire dal più fragile. La violenza e la guerra si alimentano anzitutto di iniquità e diseguaglianze, che Caritas è nata per individuare e rimuovere. È il nostro modo di costruire pace. Che tocca ai piccoli coltivare, quando i grandi sembrano solo volerla incenerire.
Luciano Gualzetti

Leggi tutto l'inserto Farsi Prossimo sul Segno di Giugno 2022
 

newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter
Regali solidali
EVENTI E INIZIATIVE
13/06/2024
Convegni

20 anni di educazione al debito responsabile e di prevenzione dell’usu ...

Giovedì 13 giugno 2024 dalle ore 9:30 alle ore 12:30 - Università Cattolica del Sacro Cuore - Largo Agostino Gemelli 1 - Milano - Sala Pio XI. Iscriviti gratuitamente all'evento. Il convegno sarà dedicato ai temi del sovra indebitamento delle famiglie, delle disuguaglianze sociali ed economiche e del contrasto all’usura...

24/05/2024
Convegni

Disabilità e povertà nelle famiglie italiane

Venerdì 24 maggio alle 10.30 a Milano sarà presentata, alla presenza dell'Arcivescovo, la prima ricerca “Disabilità e povertà nelle famiglie"

20/05/2024
Convegni

Una riforma che si fa attendere

La Commissione Anziani di Caritas Ambrosiana propone uno spazio di confronto in cui fare il punto sulle politiche a favore delle persone anziane

17/05/2024
Iniziative

Fango - Storia di un'alluvione e di profonda umanità

Reading teatrale sull'alluvione in Emilia-Romagna.

EDITORIALE

Del Direttore: 
Luciano Gualzetti



 
L’europa con un’anima, fiaccola di speranza
Ma a noi, a noi Caritas, a noi cristiani, a noi operatori e volontari impegnati sugli aspri fronti della lotta alla povertà, dell’impegno per l’eguaglianza, della costruzione della pace, alla fin dei conti che c’importa dell’Europa?... Leggi qui

IN EVIDENZA
Tabella trasparenza
Trasparenza 2023

Ai sensi di quanto previsto dalla legge 124/2017, si comunica quanto la Fondazione Caritas Ambrosiana ha ricevuto nel corso dell’anno 2023 dalla pubblica ammini ...

La nostra offerta
Numero dedicato donatori
Vuoi fare del bene? Chiamaci...

02.40703424 è il nuovo numero da chiamare per sapere come fare del bene... meglio! Chiama il nostro numero dedicato ai donatori Caritas, riceverai tutte le info ...

Progetti in evidenza