Come vengono utilizzati i beni ricevuti?

Nel 2000 suor Angelina e Clementina P., con atto di donazione inter vivos, hanno lasciato alla Fondazione Caritas Ambrosiana un appartamento situato a Viganò (Lc) da destinare «(...) per la creazione di servizi in risposta ai bisogni più emergenti e più scoperti nel tempo e in particolare, (...) per l’accoglienza di extracomunitari».
L’appartamento è stato utilizzato per la creazione di un servizio di prima e seconda accoglienza chiamato “Casa Sarah” per nuclei familiari richiedenti asilo e rifugiati politici.
Durante i primi 5 anni di attività sono state ospitate 18 persone di cui 12 bambini in età scolare e prescolare.
Senza l’esistenza di questo servizio le tre famiglie accolte non avrebbero avuto un luogo in cui risiedere e sarebbero state divise per essere ospitate in centri di accoglienza specifici. Grazie a “Casa Sarah” i genitori hanno potuto vivere con i loro figli e hanno potuto crescerli.
Ora, attraverso l’attività di inserimento lavorativo, i nuclei familiari hanno raggiunto l’indipendenza economica e possono vivere in un contesto lontano dalle persecuzioni e dalla violenza.

La signora Anna B. con un lascito testamentario a favore della Fondazione Caritas Ambrosiana ha donato un immobile nell’hinterland di Milano consentendo alla Fondazione la scelta della destinazione d’uso.
L’immobile ha dato vita a un servizio di accoglienza rivolto a donne sole e/o con figli che si trovano in situazione di maltrattamento o violenza intra/extra familiare o di grave disagio sociale, che necessitano di un accompagnamento per ridefinire il proprio progetto di vita.
Il progetto è gestito e realizzato dagli operatori del SeD (Servizio Disagio Donne) della Caritas Ambrosiana.
Dall’apertura del centro di accoglienza ad oggi sono state accolte e accompagnate in un percorso verso l’autonomia 16 donne, alcune di esse con bambini.
Senza l’immobile il servizio non avrebbe potuto esistere.
Le ultime volontà della signora Anna B. hanno riportato serenità nella vita di sedici donne.

Le signore Marilena R. e Carla C., con atto di donazione inter vivos, hanno lasciato alla Fondazione Caritas Ambrosiana un immobile in Legnano con l’onere di destinarlo «(...) in modo permanente e continuo alla prestazione di servizi di assistenza “non profit” per gli anziani, ricomprendendo in tale destinazione l’assistenza fisica o morale delle persone anziane non autosufficienti ed autosufficienti e l’alloggiamento delle stesse nel fabbricato in oggetto» e con l’ulteriore onere di «provvedere con urgenza alla completa ristrutturazione dei beni in oggetto, per la migliore destinazione d’uso di cui sopra».
Tale immobile, dopo una consona ristrutturazione, è divenuto una casa di accoglienza temporanea per persone anziane.
Gli obiettivi della casa sono quelli di favorire la permanenza degli anziani presso le loro famiglie di origine attraverso il sostegno in periodi particolarmente difficili.
Inoltre, attraverso l’interessamento di numerosi volontari, la Casa vuole stabilire legami e collaborazioni con il territorio coinvolgendo giovani e famiglie in servizi di tipo caritativo.
La Casa è stata inaugurata alla fine del 2002 e in tre anni e mezzo ha ospitato più di 240 persone offrendo non solo vitto e alloggio, ma anche un ambiente confortevole e il calore di una famiglia. di accoglienza temporanea per persone anziane.
Gli obiettivi della casa sono quelli di favorire la permanenza degli anziani presso le loro famiglie di origine attraverso il sostegno in periodi particolarmente difficili.
Inoltre, attraverso l’interessamento di numerosi volontari, la Casa vuole stabilire legami e collaborazioni con il territorio coinvolgendo giovani e famiglie in servizi di tipo caritativo. La Casa è stata inaugurata alla fine del 2002 e in tre anni e mezzo ha ospitato più di 240 persone offrendo non solo vitto e alloggio, ma anche un ambiente confortevole e il calore di una famiglia.  

newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter
Emergenza Coronavirus - Dona ora
EVENTI E INIZIATIVE
21/04/2021
Convegni

SEGNALI DEL WELFARE CHE SARÀ

Oltre la dittatura dell'emergenza: neoassistenzialismo e generatività. 1° webinar – mercoledì 21 aprile 2021, ore 18.30 – 20.00

22/04/2021
Iniziative

Giornate di eremo - Al primo posto c’è l’amore

Giovedì 22 aprile h. 18.30 - Al primo posto c’è l’amore - I Cor 13, 1-13 a cura di don Matteo Rivolta - Responsabile Caritas Zona Pastorale di Varese. Iscriviti gratuitamente all'evento in diretta Youtube sul canale di Caritas Ambrosiana

23/04/2021
Convegni

E chi si assume la responsabilità?

Il webinar si terrà venerdì 23 aprile 2021, dalle 20.45 in diretta streaming sul canale Youtube di Caritas Ambrosiana.

28/04/2021
Convegni

TRA ASSISTENZA E ATTIVAZIONE: CONFRONTO TRA ESPERIENZE GENERATIVE

Oltre la dittatura dell'emergenza: neoassistenzialismo e generatività. 2° webinar – mercoledì 28 aprile 2021, ore 18.30 – 20.00

EDITORIALE

Del Direttore: 
Luciano Gualzetti



 
Cibo, buttiamo di più mentre altri non mangiano

A causa dello smart working e più ancora delle limitazioni anti Covid che hanno colpito in modo particolare il settore, bar e ristoranti acquistano una minore quantità di cibo.

.... Leggi qui

IN EVIDENZA
Progetti in evidenza
Progetti in evidenza
Quaresima 2021

I progetti proposti saranno realizzati in Albania, Sud Sudan e Thailandia. Vai alla pagina dedicata e scarica i materiali disponibili per promuovere i progetti

La nostra offerta
Rendicontazioni
Trasparenza

Ai sensi di quanto previsto dalla legge 124/2017, si comunica quanto la Fondazione Caritas Ambrosiana ha ricevuto nel corso dell’anno 2019 dalla pubblica ammini ...