Progetto FuturEU - Riflessioni dei cittadini sul futuro dell’Europa

 
  
 
Il progetto "Riflessioni dei cittadini sul futuro dell’Europa - Citizens’ Reflection on Future of EUrope" (FuturEU) è un progetto europeo finanziato dal programma Europa per i cittadini, che affronta i più importanti temi politici europei delineati nel Libro bianco per il futuro dell'Europa e i documenti di riflessione tematici ad esso correlati.

Attraverso l’organizzazione di forum locali (consigli consultivi di cittadini), il progetto offre ai cittadini di 8 città europee la possibilità di esplorare in che modo alcuni specifici settori politici incidono sull'ambiente sociale locale e regionale in cui vivono i cittadini e sull’impatto che avrebbero sulla vita quotidiana in Europa i cinque diversi scenari ipotizzati nel Libro Bianco.
Le politiche che verranno approfondite sono quelle basate sui temi dell'Europa sociale, globalizzazione e migrazione, unione economica e monetaria, finanze dell'UE, difesa dell'UE, l'Europa digitale, politiche giovanili.
Le scoperte e le riflessioni locali saranno discusse durante 8 forum di cittadini internazionali in 8 comunità locali; i risultati saranno presentati pubblicamente nelle 8 comunità e discussi con i decisori politici locali, nazionali ed europei. I forum dei cittadini saranno accompagnati da altri eventi ed iniziative, quali mostre locali, un concorso su Facebook, visite di studio, sessioni di racconto, azioni di solidarietà e da un festival di strada (Schuman Parade) a Varsavia che coinvolgerà soprattutto i giovani.
L'evento finale, ovvero la sessione del parlamento dei cittadini, discuterà, pubblicherà e voterà un documento di riflessione dei cittadini sul futuro dell'Europa che sarà diffuso tra gli eurodeputati appena eletti.

Coinvolgendo direttamente 910 cittadini e indirettamente oltre 8000, consentendo loro di collegare in modo significativo le politiche europee alla loro vita sociale e realtà, il progetto intende stimolare un dibattito pubblico informato sui benefici e le sfide nei principali settori politici dell'UE e il suo futuro.
Pertanto, il progetto favorisce il senso di appartenenza alla famiglia europea e all'UE tra i suoi cittadini e offre loro l'opportunità di interagire attivamente, di partecipare e costruire un'Europa più vicina per unirsi e rafforzarsi; esprimere la loro opinione e la loro interazione per il futuro dell'Europa.

OBIETTIVI
  • incoraggiare lo sviluppo di reti di lunga durata tra le organizzazioni attive nel campo dell'impegno sociale e del volontariato a livello dell'Unione Europea;
  • promuovere le pari opportunità, il principio di non-discriminazione e il dialogo interculturale;
  • contribuire alla comprensione dei cittadini dell'Unione Europea, della sua storia e della sua diversità;
  • rafforzare la cittadinanza europea e incoraggiare la tolleranza, il rispetto reciproco e la partecipazione democratica dei cittadini al livello europeo.

PARTNER DI PROGETTO

Per aggiornamenti sugli incontri e maggiori informazioni, guarda qui il sito del progetto.



newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter
Dona ora per i progetti Caritas
EVENTI E INIZIATIVE
30/01/2020
Iniziative

Aperitivo Young Caritas

Giovedì 30 gennaio 2020 ore 18;30 - Via San Bernardino, 4 a Milano Hai un'età compresa tra i 18 e i 30 anni? Vuoi approfondire il tema delle Fake News? ...

01/02/2020
Convegni

Dal buon vicinato all’accoglienza: per una quotidianità condivisa

Convegno annuale dello Sportello Anania sui temi dell'accoglienza

08/02/2020
Convegni

Tratta e schiavitù

Il grande business delle mafie - 8 febbraio 2020. Giornata mondiale contro la tratta di persone. Armi, droga, merce contraffatta, tabacco… ma soprattutto esseri umani. Gruppi criminali internazionali, ma anche mafie italiane, si stanno arricchendo sulla pelle di milioni di persone spesso in condizioni di grande vulnerabilità. Uomini, donne e, sempre più spesso bambini e bambine, vengono trafficati e ridotti in condizioni di vera e propria schiavitù per lo sfruttamento lavorativo...

21/01/2020
Iniziative

La libertà che non si può rinchiudere dentro una cella

Al Museo Diocesano, detenuti in scena con un reading sull’esperienza spirituale in carcere. Presentazione dei risultati di un percorso triennale dedicato al pluralismo religioso in 9 istituti penitenziari lombardi. Gualzetti: «Riconoscere la libertà di culto ai detenuti significa prendere atto del pluralismo religioso presente nelle carceri e prevenire fenomeni di radicalizzazione»

EDITORIALE

Del Direttore: 
Luciano Gualzetti



 
Una politica giusta per i deboli. Sarà la volta buona?

Correva l’anno 2018 – e sembra passato un secolo per i tempi della politica italiana – l’estate era appena finita
.... Leggi qui

IN EVIDENZA
Iniziative
Info Volontariato in Caritas Ambrosiana

Scopri come diventare volontario in Caritas Ambrosiana e nelle realtà vicine alla Caritas. Trasformare la tua voglia e la tua energia in servizi utili agli altr ...

Progetti in evidenza
Biglietti di Natale 2019

A Natale scegli i biglietti di Auguri di Caritas Ambrosiana e trasforma i tuoi auguri in un segno concreto di solidarietà a favore delle famiglie che si recano ...

La nostra offerta
Proposte formative per le scuole

Sei un docente di una scuola primaria o secondaria? Vuoi dare la possibiltà ai tuoi alunni di migliorare la loro crescita con delle proposte formative speciali ...

Rendicontazioni
Trasparenza

Ai sensi di quanto previsto dalla legge 124/2017, si comunica quanto la Fondazione Caritas Ambrosiana ha ricevuto nel corso dell’anno 2018 dalla pubblica ammini ...